L’altro giorno eravamo in poche negli spogliatoi della piscina a fine nuotata e abbiamo cominciato a cantare a squarciagola qualche canzone (non consideratemi matta!!!!). Tra le altre non poteva mancare Cielito Lindo.
Così ho pensato di cercarlo e di proporvelo
nell’interpretazione di Fabrizio de André insieme al testo e alla traduzione:

Cielito lindo

De la Sierra Morena
Cielito lindo,
vienen bajando
Un par de ojitos negros,
Cielito lindo,
de contrabando

Rit: Ay, ay, ay, ay,
Canta y no llores,
Porque cantando
se alegran,
Cielito lindo,
los corazones

El pajaro que abandona,
Cielito lindo,
su primer nido,
Si lo encuentra ocupado,
Cielito lindo,
bien merecido 

Rit.

Ese lunar que tienes,
Cielito lindo,
junto a la boca,
No se lo des a nadie,
Cielito lindo
que a mi me toca

Rit.

 De tu casa a la m’a,
Cielito lindo,
no hay mas que un paso,
Ahora que estamos solos,
Cielito lindo, dame un abrazo.

Rit.

Traduzione

Mio bel cielo

Dalla Sierra Morena, mio bel cielo, stanno scendendo due occhietti neri di contrabbando

Rit: Ay ay ay ay, canta e non piangere, perché cantando si rallegrano, o mio bel cielo, tutti i cuori

L’uccellino che abbandona il primo nido, mio bel cielo, se al ritorno lo trova occupato, se l’è voluto.

Rit.

Quel piccolo neo che hai vicino alla bocca, mio bel cielo, non darlo a nessuno, perché spetta a me.

Rit.

Dalla tua casa alla mia, mio bel cielo, c’è solo un passo: ora che siamo soli, mio bel cielo, dammi un abbraccio

Rit.cielito lindo