Un canto d’amore è un canto del desiderio, come diceva Marta, un canto d’amore esprime nei riguardi dell’amato ciò che le sole parole non possono dire, ci insegna come si canta a chi ti ha dato quell’amore e quello struggimento che senti nell’anima, a quell’Amante che ti ha dato l’amata e te l’ha fatta incontrare.

Están as nubes chorrando
Por un amor que morréu
Están as rúas molladas
De tanto como chovéu

Lela, Lela
Leliña por quem eu morro
Quero mirarme
Nas meniñas dos teus ollos

Nom me deixes
E ten compasión de mim
Sen tí non podo
Sen tí non podo vivir

Dame alento das túas palabras
Dame celme do teu corazón
Dame lume das túas miradas
Dame vida co teu dulce amor.

§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§

Stanno piangendo le nuvole
per un amore che finisce,
le strade si bagnano
per tutto il mio pianto.

Lela, Lela, Lelina che amo tanto,
voglio vedermi
riflesso nella luce dei tuoi occhi.

Non lasciarmi,
ma abbi compassione di me.
Senza te non posso,
non posso vivere.

Dammi respiro con le tue parole
dammi calore col tuo cuore
dammi luce con il tuo sguardo
dammi vita con il tuo dolce amore.

 

in quest’altro link è cantata superbamente ma con meno spirito di Bivigliano.