Una delle prime canzoni che ricordo, dove noi, piccoli, facevamo il coro di ululati vari, alla fine di ogni strofa!

 

E lassù sulle montagne (coro : Auuuu)
gh’era su ‘na pastorella, (coro : Auuuu)
pascolava i suoi caprin su l’erba fresca e bella. (coro : Auuuu)

E di lì passò un signore (coro : Auuuu)
che ‘l ghe diss:“oi pastorella,  (coro : Auuuu)

guarda ben tuoi bei caprin che il lupo se li piglia”. (coro : Auuuu)

Salta fo lupo dal bosco, (coro : Auuuu)
con la faccia nera, nera: (coro : Auuuu)
l gà magià, ‘l più bel caprin che la pastora aveva.  (coro : Auuuu)

Ed allor si mise a piangere,  (coro : Auuuu)

e piangeva forte forte,  (coro : Auuuu)
a veder suo bel caprin,  andare a certa morte.  (coro : Auuuu)